fbpx
NEWS

NEWS (298)

15 Maggio 2020

 Ripartiamo in sicurezza. Evitiamo un ulteriore crollo dei consumi

 È il monito che come Confartigianato Imprese Pistoia abbiamo rivolto alle Istituzioni sollecitando il via libera alla riapertura delle attività ancora chiuse.

 Abbiamo presentato al Prefetto di Pistoia una serie di proposte a supporto delle imprese per il rilancio dell’economia  e ci aspettiamo dal decreto in uscita in queste ore in gazzetta ufficiale, un forte segnale di sostegno per le micro e piccole e medie imprese.

 L’azione sindacale che stiamo portando avanti ai tavoli regionali e nazionali da quando la pandemia da Covid-19 è iniziata, è stata ed è quella di creare le condizioni idonee a far “ripartire in sicurezza” le Aziende.

 Una particolare attenzione la stiamo riservando alle attività dei settori benessere, servizi e ristorazione e anche le scuole guida (nei suoi diversi aspetti) per i quali, proprio in queste ore  si stanno definendo i protocolli sanitari specifici a cui dovrà seguire un’Ordinanza Regionale,  senza la quale non sarà possibile la “riapertura” delle attività.

Dal nostro Ufficio Studi  abbiamo ricevuto un report aggiornato sulla situazione economica italiana. La nostra provincia registra significativi dati sul crollo dei consumi: meno 40,0% delle vendite di beni non alimentari e perdite del fatturato superiori al 35% rispetto all’anno precedente.

 In tali condizioni di fragilità della domanda,  le politiche economiche che saranno adottate dal Governo dovranno essere adeguate sia a limitare i danni nonché, principalmente, a supportare la ripresa non solo di breve ma di medio/lungo periodo.

 Il Presidente Alessandro Corrieri 

 

 14 maggio 2020

A seguito delle limitazioni delle attività lavorative per l'emergenza epidemiologica  da  Covid-19,  i  termini  di  apertura  degli  sportelli  per  le  domande  di incentivazione  dei  titoli  della  proprietà  industriale  sono  stati  ulteriormente differiti dal Ministero dello Sviluppo Economico nei termini seguenti (segue)

14 Maggio 2020

Comunicato Stampa 

Confartigianato Imprese ha sottoscritto con Intesa Sanpaolo un accordo tramite il quali gli associati a Confartigianato potranno accedere alle diverse misure straordinarie messe in campo dalla banca per complessivi 50 miliardi di euro, allo scopo di sostenere le imprese in questa grave crisi causata dall’epidemia Covid-19. (SEGUE)

14 Maggio 2020

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale abbiamo sintetizzato le principali misure annunciate dal Governo nella conferenza stampa di ieri(segue)

13 Maggio 2020

L’emergenza Covid19 e le misure di lockdown mettono a rischio oltre 650 mila addetti nelle micro e piccole imprese della manifattura, delle costruzioni e dei servizi non commerciali. L’allarme arriva da Confartigianato intervenuta oggi in Commissione Lavoro del Senato ad un’audizione sulle ricadute occupazionali dell’epidemia(segue)

 13 Maggio 2020

La nuova circolare del Ministero dell'ambiente chiarisce gli aspetti applicativi di quanto previsto dalla legge di conversione del decreto "Cura Italia" per quanto riguarda la disciplina F-Gas  sul rinnovo delle certificazioni.Tutti i certificati rilasciati alle persone fisiche e alle imprese ai sensi degli articoli 7 e 8 del D.P.R. n. 146/2018, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano la loro validità per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza. 
Gli Organismi di certificazione accreditati provvederanno ad estendere la validità di detti certificati sino al 31 luglio 2020. In ogni caso, tale validità sarà estesa di 90 giorni a partire dalla data di cessazione dello stato d’emergenza."

 Circolare Fgas

12 Maggio 2020

Con delibera n. 595 del 11/05/2020, la giunta della regione Toscana ha aggiunto nuove modalità di invio del protocollo anticontagio e contestualmente prorogato la scadenza per le attività aperte al 18 aprile al 31 maggio.

 I protocolli compilati sulla base della Delibera 48 del 3 maggio che alleghiamo sono differenziati sulla base del tipo di attività: 

Si ricorda che è comunque attiva la procedura guidata all'indirizzo: https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari. In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente e sarà possibile compilarlo seguendo la procedura a video. Si ricorda che per questa procedura è necessario accreditarsi con un sistema certificato di autenticazione (es. SPID, CNS, altro).

 La nuova procedura prevede l'invio dell'allegato (1,2 o 3 come sopra indicato) compilato,  firmato, scannerizzato insieme a un documento di identità del legale rappresentante alla seguente mail semplice : This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., sempre entro il 31 maggio. Attenzione non sono accettati protocolli trasmessi con PEC. 

 Si consiglia di stampare la mail di invio per documentare l'avvenuta trasmissione.

 Chi avesse già trasmesso il protocollo ai sensi dell'ordinanza 38 prima del 4 maggio non deve rinviarlo. 

 Chi lo avesse trasmesso dopo senza seguire la procedura telematica dovrà rinviarlo con le modalità sopra descritte. Per le attività  che hanno aperto successivamente la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.

 

 

 

 

 

12 Maggio 2020

Confartigianato Pistoia comunica che ad oggi la Regione Toscana non ha comunicato, per il settore del Benessere, l’apertura per il 18 maggio prossimo per cui restiamo in attesa sia dell’Ordinanza del Governatore Rossi sia del Protocollo in materia di sicurezza.Raccomandiamo nuovamente, come comunicato più volte, in caso di presenza da parte del titolare/dipendenti presso i propri esercizi di fare comunicazione preventiva alla Prefettura.Le comunicazioni  rese ai sensi dell'art. 2, commi 3, 6, 7 e 12  secondo gli allegati modelli,  dovranno essere inviate, riportando nell'oggetto la dicitura "COMUNICAZIONE ATTIVITA' PRODUTTIVE - NUOVO D.P.C.M. 10 APRILE 2020",  al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

  • Uffficio Categorie
  • Silvia Marchesi 
  • ☎️0573 937842
  • ✉️ This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

11 Maggio 2020

Le  misure igienico sanitarie da adottare ai fini dello svolgimento dell’attività queste sono indicate nell’allegato 5 al DPCM dal titolo “Misure per gli esercizi commerciali”, che possono essere adottate in analogia anche dai ristoratori e che qui di seguito riassumiamo:

  •  Distanziamento interpersonale di almeno 1 metro sia nei locali, che all’esterno in attesa di entrare con adeguata informazione per la clientela.
  •  Utilizzo di mascherine nei locali da parte del personale e della clientela soprattutto dove non è garantito il distanziamento interpersonale.
  •  Accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani in prossimità della cassa.
  •  Locali puliti ed igienizzati con frequenza di almeno due volte al giorno con adeguata aereazione e ricambio d’aria.
  •  Accesso ai locali una persona alla volta con presenza massima di due operatori in locali di ampiezza fino a quaranta metri quadrati; diversa regolamentazione in locali di metratura superiore in funzione della disponibilità degli spazi.

In allegato trovate una ipotesi di locandina (eventualmente personalizzabile) da affiggere all’esterno dei locali per fornire alla clientela utili indicazioni sulla vendita per asporto.

 

 

11 maggio 2020

Come anticipato nella circolare del 4 maggio scorso (Prot. n.572) a firma del Segretario Generale, il Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha emanato un Decreto (in allegato) che modifica l’allegato 3 del DPCM del 26 aprile contenente l’elenco dei Codici ATECO autorizzati a riprendere l’attività produttiva e/o commerciale nella cosiddetta “fase 2” dell’emergenza COVID-19.

Come era già stato specificato nelle FAQ apparse sul sito della Presidenza del Consiglio, è stato confermato l’inserimento delle attività di conservazione e restauro di opere d’arte (90.03.02) tra quelle autorizzate a ripartire nella fase 2, così come espressamente richiesto da Confartigianato al Governo nei giorni scorsi.

Il Decreto inoltre inserisce anche i codici 72.12 (Noleggio di autocarri e di altri veicoli pesanti) 77.3 (Noleggio di altre macchine, attrezzature e beni materiali) oltre che le attività di “Commercio al dettaglio di natanti e accessori”, “Commercio al dettaglio di biciclette e accessori” e i “Servizi di tolettatura degli animali da compagnia” tra quelle autorizzate alla riapertura.

Sarà nostra cura aggiornarvi tempestivamente su eventuali ulteriori aggiornamenti.