fbpx
NEWS

NEWS (262)

19 giugno 2020

ESPORTI@MO: consigli ed opportunità per i mercati esteri. GIOVEDI' 25 GIUGNO ORE 16:00 diretta facebook

intervengono

  • Patrizia Benelli (TEM Confartigianato Imprese Pistoia): riprendiamoci il valore
  • Avv. Andrea Orciani (Studio MDM Law & Tax Firm): strategia contrattuale in tema di export
  • Gabriella Degano (Responsabile Ufficio Internazionalizzazione Confartigianato Nazionale): Patto per l'export e strumenti a portata delle PMI

 

Moderano: Marco Nannini e Massimo Bianchi (Ufficio Categorie / Internazionalizzazione Confartigianato Imprese Pistoia)

19 GIUGNO 2020

La prossima edizione del corso di AGGIORNAMENTO HACCP, organizzato da CEDIT agenzia formativa regionale di Confartigianato in collaborazione con CESAT, inizierà il giorno martedì 21 luglio 2020.

Le lezioni si terranno presso l'aula "Salone dei Fondatori" di Pistoia (PT) via Enrico Fermi, 49 (1° piano) nei giorni indicati di seguito:

  • MARTEDI' 21/07/20 14,30/18,30,
  • MERCOLEDI' 22/07/20 14,30/18,30.

Il corso si terrà solo al raggiungimento di un numero minimo di 15 allievi e saranno ammessi alla frequenza un massimo di 20 allievi in base all'ordine di arrivo delle schede di adesione.
Al termine sarà rilasciato l'attestato di frequenza riconosciuto dalla Regione Toscana con validità 05 anni dalla data di emissione.
Informazioni e iscrizioni: Nicola Mannelli - email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., tel. 0573/937861.

17 Giugno 2020

Il cosiddetto “bonus mobilità” del Governo riconosce un incentivo fino a 500€ a copertura del 60% delle spese di acquisto di biciclette, monopattini e altri mezzi di mobilità alternativa, inclusi i mezzi usati. Si tratta di una misura volta a dare impulso a forme di mobilità alternativa all’utilizzo dell’auto privata nei centri urbani e nelle aree metropolitane, soprattutto in una fase in cui le esigenze di distanziamento sociale impongono modalità di utilizzo dei mezzi pubblici non sempre sostenibili soprattutto nelle ore di picco. La misura sta già producendo un ritorno in termini di vendite per le imprese del settore della bicicletta, che come racconta il nostro rapporto Artibici (leggi la sintesi del rapporto, clicca qui), è a prevalente trazione artigiana.
Per aiutare i produttori di biciclette e i cicloriparatori a districarsi nella continua richiesta di informazioni da parte dei clienti sui meccanismi di funzionamento del bonus, e per rimarcare la vicinanza di Confartigianato al mondo della bicicletta artigiana, abbiamo realizzato un’infografica, che gli artigiani potranno stampare e affiggere sulla vetrina della loro bottega.

 

Scarica il depliant informativo

17 giugno 2020

ll presidente Enrico Rossi ha firmato  l’ordinanza con la quale raccomanda di non usare più i guanti ma di rispettare un lavaggio minuzioso e frequente delle mani con acqua e sapone o con i gel disinfettanti. E’ quanto indicato nell’ordinanza 67 del 16 giugno 2020 alla luce anche delle ultime indicazioni scientifiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. La raccomandazione non si applica naturalmente agli ambienti di lavoro socio-sanitari e agli ambienti di lavoro in cui i guanti costituiscono dispositivo di protezione individuale.

Non utilizzare i guanti. Ordinanza della Regione Toscana
ll presidente Enrico Rossi ha firmato  l’ordinanza con la quale raccomanda di non usare più i guanti ma di rispettare un lavaggio minuzioso e frequente delle mani con acqua e sapone o con i gel disinfettanti. E’ quanto indicato nell’ordinanza 67 del 16 giugno 2020 alla luce anche delle ultime indicazioni scientifiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. La raccomandazione non si applica naturalmente agli ambienti di lavoro socio-sanitari e agli ambienti di lavoro in cui i guanti costituiscono dispositivo di protezione individuale.

Ordinanza del Presidente n 67 del_16-06-2020

15 Giugno 2020

 

Confartigianato Trasporti comunica che il Ministero dell’Interno, con la circolare n. 300/A/3977/20/115/28 del 5 giugno scorso, ha coordinato le scadenze dei principali certificati, licenze ed autorizzazioni di competenza del Ministero dei Trasporti, alla luce sia delle disposizioni contenute nel decreto “Cura Italia”, sia del nuovo Regolamento europeo 2020/69 che disciplina in maniera uniforme le scadenze delle documentazioni sopracitate per i vari Paesi europei nell’ambito dei trasporti intracomunitari.(segue)

 

 Partendo del presupposto che gli Interni hanno attuato come principio base l’applicazione della deroga più favorevole al diretto interessato, di seguito riepiloghiamo i principali temi disciplinati:

 
Proroga del termine di scadenza della CQC

– La norma italiana (103, comma 2 del decreto legge 18/2020), stabilisce che le CQC in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione della fine dello stato di emergenza (per cui, ad oggi, fino al 29 Ottobre);

– Quella europea ( 2 del Regolamento), prevede che il termine di validità del codice unionale “95”, apposto sulla patente di guida o sulla carta di qualificazione del conducente (CQC), scaduta o in scadenza nel periodo compreso tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020, venga prorogato per un periodo di sette mesi dalla data di scadenza indicata su ciascun documento.

Ciò significa che, per le CQC rilasciate in Italia occorre distinguere:

– quelle con scadenza dal 1°febbraio (31 gennaio per i titolari di CQC rilasciata in Italia che circolano solo sul territorio nazionale) al 29 marzo, permettono di circolare solo in Italia fino al 29 ottobre prossimo mentre per la circolazione all’estero vale il termine di 7 mesi dalla data di scadenza della singola abilitazione;

– quelle in scadenza dal 30 marzo al 31 agosto beneficiano, invece, della più favorevole proroga comunitaria (7 mesi da quella della singola della abilitazione). Per cui, il termine di 7 mesi stabilito nel Regolamento, sarà valido sia in Italia che in ambito U.E.


Proroga della validità della patente di guida

– Per la normativa italiana (104, comma 1 del Cura Italia), le patenti in scadenza dal 31 gennaio 2020, sono state prorogate fino al 31 agosto 2020;

– Per quella europea (3 del Regolamento), la validità delle patenti scadute o in scadenza tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, si considera prorogata per un periodo di 7 mesi dalla data in esse indicata.

Di conseguenza avremo:

– i titolari di patente di guida italiana scaduta dal 1° febbraio scorso o in scadenza fino al 31 agosto prossimo, possono circolare in tutta l’UE fino ai sette mesi successivi alla data di scadenza;

– quelli con patente avente scadenza 31 gennaio 2020, invece, per la sola circolazione in Italia potranno beneficiare della deroga del decreto “cura Italia” fino al prossimo 31 Agosto.


Ispezione periodica dei tachigrafi

L’unica disposizione applicabile, sia per la circolazione in Italia che nella U.E, è quella europea (art.4, par 1 del Regolamento) che, per le ispezioni biennali in scadenza tra il 1° marzo 2020 e il 31 agosto 2020, prevede che possano effettuarsi entro sei mesi successivi dalla data prevista.


Validità carta del conducente per l’utilizzo dei tachigrafi

Anche in questo caso la disposizione comunitaria (in particolare, l’art. 4, par. 2 e 3 del Regolamento) è l’unica disponibile sia per la circolazione nella U.E che in Italia, di conseguenza:

– nei rinnovi per scadenza richiesti nel periodo compreso tra il 1° marzo 2020 e il 31 agosto 2020, la nuova carta può essere rilasciata entro due mesi dalla richiesta (4, par.2 del Regolamento). In attesa, il conducente deve annotare manualmente le attività svolte, alla stregua di quanto richiede l’art. 35, par.2 del Reg.165/2014 in caso di danneggiamento, malfunzionamento, smarrimento o furto della carta; ciò a condizione che il conducente possa dimostrare di aver chiesto il rinnovo della carta, al più tardi, entro 15 gg lavorativi precedenti la data di scadenza della carta;

– identico termine di due mesi dalla richiesta per il rilascio della nuova carta, si applica nelle richieste di sostituzione per danneggiamento, malfunzionamento, smarrimento o furto. Il conducente deve annotare manualmente le attività svolte nelle more del rilascio della nuova carta, e dimostrare di aver richiesto la sostituzione e restituito la carta danneggiata o non funzionante all’autorità competente.


Revisioni dei veicoli a motore


– La norma comunitaria stabilisce che la validità delle revisioni scadute tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, sono prorogate per un periodo di 7 mesi successivi alla scadenza. Pertanto, per i mezzi immatricolati nella U.E è questo il termine che va considerato valido anche quando circolano nel nostro Paese.

– La norma italiana (92, comma 4 del Cura Italia) stabilisce invece che per i veicoli immatricolati in Italia con revisione in scadenza entro il 31 luglio prossimo, possono circolare nel nostro Paese fino al prossimo 31 ottobre. Questa norma, specifica il Ministero, non prevedendo – a differenza di quella europea – un termine iniziale atto a circoscrivere questa possibilità, può essere sfruttata da tutti i veicoli immatricolati in Italia che, alla data di entrata in vigore del decreto legge 18 (17 marzo scorso) non erano stati sottoposti a revisione anche da moltissimo tempo.

Di conseguenza, per i mezzi immatricolati in Italia, il coordinamento tra la normativa italiana e quella europea, comporta quanto segue:

– se la revisione era scaduta prima del mese di febbraio 2020, possono circolare in Italia fino al 31 ottobre senza incorrere in sanzioni;

– se la revisione è scaduta nel mese di febbraio (29 febbraio), la circolazione in Italia è consentita fino al 31 ottobre mentre in ambito U.E si applica il termine di 7 mesi dalla data di scadenza, quindi fino al 30 settembre 2020;

– se la revisione scade tra il 31 marzo e il 31 agosto, si applica invece la deroga comunitaria di 7 mesi successivi alla scadenza che, in questo caso, risulta essere più favorevole rispetto a quella italiana;

– per i rimorchi leggeri (fino a 3,5 ton) con revisione in scadenza entro il 31 luglio, essendo al di fuori del campo di applicazione del Regolamento, saranno soggetti solo alla proroga italiana (quindi, fino al 31 ottobre prossimo).


Proroga dei termini previsti dal Regolamento 1072/2009 sulla licenza comunitaria ed attestato del conducente

L’art. 7 del Regolamento ha prorogato la validità delle licenze comunitarie scadute o in scadenza tra il 1° marzo scorso e il 31 agosto 2020, per un periodo di 6 mesi; lo stesso dicasi per le copie conformi e gli attestati del conducente richiesti per i cittadini extra U.E.

Infine, per tutte le altre proroghe non espressamente previste dal Regolamento 2020/698, la circolare rinvia all’applicazione delle disposizioni italiane e alle corrispondenti circolari attuative del MIT.

Circolare Ministero dell’Interno n. 300/A/3977/20/115/28 del 05/06/2020

 

15 giugno 2020

Al via le domande per richiedere i contributi a fondo perduto previsti dal Decreto Rilancio a ristoro delle perdite subite dalle imprese a causa del lockdown e della crisi da Covid-19. Artigiani e piccoli imprenditori potranno presentare all’Agenzia delle Entrate, a partire da lunedì 15 giugno e fino al 13 agosto, il modello telematico per la richiesta delle risorse.Con provvedimento del 10 giugno l’Agenzia delle Entrate ha infatti approvato l’istanza per richiedere il contributo a fondo perduto, le relative istruzioni e le specifiche tecniche. La documentazione, che comprende anche una guida operativa, è pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate. La presentazione dell’istanza potrà avvenire anche avvalendosi di un intermediario, mediante il canale telematico , oppure mediante un’apposita procedura web che l’Agenzia delle Entrate attiverà all’interno del portale Fatture e Corrispettivi del sito www.agenziaentrate.gov.it

12 giugno 2020

?️Il Presidente Alessandro Corrieri esprime grande soddisfazione per l'approvazione della norma voluta fortemente da #ConfartigianatoPistoia e a più riprese sollevata su tutti i tavoli istituzionali dalla nostra Associazione(segue)

12 giugno 2020

La Ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha incontrato i rappresentanti di Confartigianato per discutere la grave situazione in cui versa il settore del trasporto persone, in particolare quello degli autobus turistici. (segue)

11 giugno 2020
Sul sito del MIT è stato pubblicato l’aggiornamento del costo del gasolio per autotrazione, al netto dell’Iva e/o dello sconto del maggior onere delle accise, utile per le fatturazioni di questo mese.

Il prezzo totale al consumo del gasolio rilevato dal Ministero dello Sviluppo Economico, a MAGGIO 2020 è stato di 1.255,59 euro per mille litri, 411,77 euro è il prezzo industriale, 226,42 l’Iva e 617,40 l’accisa.

Il valore di riferimento del costo del gasolio per i servizi di trasporto effettuati nel mese di MAGGIO, quindi è di:

1,029 euro/litro per i veicoli di massa complessiva a pieno carico fino a 7,5 ton al netto dell’Iva;
0,814 euro/litro per i veicoli di massa complessiva a pieno carico superiore a 7,5 ton al netto dell’Iva e del rimborso parziale delle accise.

TABELLA MIT

10 Giugno 2020

Ordinanza 62 Regione Toscana

Sanificazione

Si dispone di riferirsi sempre ai rapporti iss (istituto superiore di sanita’) n. 5, 19, 21, 25 e 33 del 2020 e successivi sia per quanto riguarda gli ambienti di lavoro che per gli impianti di areazione. in particolare per gli impianti, compresi quelli di trattamento dell’aria anche con parziale ricircolo, si passa da un obbligo settimanale a mensile (ogni 4 settimane).

Registri

viene meno l’obbligo di registrare le attività di pulizia e sanificazione ma resta l’obbligo di effettuarle con cadenza giornaliera con una maggior attenzione per le superfici e le attrezzature di maggior contatto. si consiglia alle aziende di mantenere comunque la teniuta del registro per documentare in caso di controllo l’effettivo svolgimento delle operazioni di sanificazione.

Protocollo anti-contagio

si richiama in toto il protocollo nazionale (dpcm 24 aprile) quindi la necessità di condividerlo con medico competente (ove presente) e rls/rlst affinchè possano dare il proprio supporto qualora lo ritengano necessario. Viene meno l’obbligo di trasmettere in regione il formato di protocollo anticontagio compilato.