fbpx

Displaying items by tag: Toscana

8 Gennaio 2021

Il Governo ha pubblicato il  Decreto Legge 1 del 5/1/2021 con le nuove disposizioni anti-contagio in vigore dal 7 al 15 Gennaio 2021.
 
ecco i nuovi parametri per la collocazione delle Regioni nelle varie zone, secondo il seguente schema:
 
? Rt inferiore a 1
? Rt 1 
? Rt 1,25
 
Il nuovo calendario dei “colori” dal 7 al 15/1, stabiliti dal Decreto in oggetto (vedi area FAQ infografica presente nel sito ufficiale del Governo):
  
? 9 e 10 Gennaio a livello nazionale
? dal 11 al 15 Gennaio la Toscana è stata dichiarata in zona gialla (dichiarato dal Presidente Giani con un comunicato il 7.1.2021)
 
Dal 16 gennaio entrerà in vigore un nuovo DPCM
 
Andiamo qui a ricordare le disposizioni nelle seguenti zone 
 
DISPOSIZIONI PER LA ZONA GIALLA
 
? Coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione).
? Vietato ogni spostamento in entrata e uscita dalla Regione, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione).
? Le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di 4 persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi. Resta consentita, senza limiti di orario, la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati. Resta consentita in qualsiasi orario la ristorazione con consegna a domicilio e fino alle ore 22.00 la ristorazione da asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
? Gli esercizi commerciali rimarranno aperti fino alle ore 21.00.
 
DISPOSIZIONI PER LA ZONA ARANCIONE
 
? Coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione).
? Vietato ogni spostamento in entrata e uscita dalla Regione, in un Comune diverso da quello di residenza, domicilio, abitazione, salvo per esigenze di lavoro, studio, salute e necessità (presentare autocertificazione). Consentito lo spostamento fra piccoli comuni sotto i 5mila abitanti nel raggio di 30 km (salvo che nei comuni capoluogo). E' possibile raggiungere le seconde case nella stessa Regione ed è consentita la visita ad amici e parenti (massimo 2 persone ad esclusione degli under 14, persone con disabilità e non autosufficienti) con 1 solo spostamento al giorno.
? Sospensione delle attività di ristorazione (tra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) ad esclusione delle mense e del catering continuativo. Consentita sempre la ristorazione a domicilio e fino alle ore 22.00 la ristorazione da asporto (senza consumo nelle adiacenze dei locali).
? Gli esercizi commerciali rimarranno aperti fino alle ore 21.00.
 
Published in NEWS

20 Dicembre 2020

 

Questo il commento del Presidente di Confartigianato Pistoia Alessandro Corrieri che esprime preoccupazione per gli effetti su artigiani e piccoli imprenditori provocati dal decreto legge del Governo con le restrizioni nel periodo natalizio.

 

"Il Decreto legge del Governo condiziona pesantemente l’attività di ristorazione che proprio durante le festività natalizie realizzano gran parte del loro fatturato. Comprendiamo l’esigenza di dare priorità alle misure di contenimento del contagio ma auspichiamo che l’Esecutivo metta in campo le risorse adeguate per compensare l’impatto delle disposizioni su tutti i settori coinvolti.

 Tra i settori che risentiranno maggiormente delle restrizioni vi è quello dell’alimentazione  che, dopo le perdite registrate durante il lockdown a Pasqua, ora subiscono un duro colpo. Tra le più penalizzate le  pasticcerie e gelaterie costrette alla chiusura prolungata insieme alle attività di bar e ristorazione.

A Tal proposito voglio rivolgere un invito a tutti i cittadini affinchè, nel rispetto delle regole, si rechino nei bar e ristoranti in questi giorni durante i quali saremo in zona gialla e aiutino con l’asporto, tali attività, durante i festivi e i prefestivi.

Inoltre i ristori che siano realmente adeguati a compensare le perdite subite dalle imprese, sia dal punto di vista della quantità delle risorse messe in campo, sia nel tenere conto di tutte le attività collegate a quelle soggette a chiusura. Le nostre imprese hanno bisogno di certezze e di chiarezza ed è ancora una volta incomprensibile la discriminazione nelle disposizioni applicate alle attività di estetica e di acconciatura: obbligati alla chiusura le prime, aperte le seconde".

 

Published in NEWS

4 Dicembre 2020

Il Ministro Speranza ha appena firmato(ore 18.00) il decreto che stabilisce il ritorno in zona arancione della Toscana a partire da Domenica 6 Dicembre.

Le novità a partire dal 6/12:

 

  • Riaprono i negozi (fino alle ore 21.00 come stabilito dal DPCM 3/12/2020)
  • Riaprono i centri estetici
  • Rientrano in classe con lezioni in presenza le classi 2^ e 3^ media
  • Sono consentiti gli spostamenti all’interno del proprio Comune

Questi i divieti confermati:

 

  • Coprifuoco dalle ore 22.00 alle ore 5.00, salvo motivi di lavoro, studio, salute e necessità
  • Vietati gli spostamenti in entrata e uscita dalla Regione, salvo motivi di lavoro, studio, salute e necessità
  • Chiusura nei giorni festivi e prefestivi centri commerciali (ad eccezione di farmacie, alimentari ed edicole)
  • DAD per le scuole superiori
  • Chiusi musei, mostre, piscine, palestre, teatri, sale giochi, sale scommesse, bingo e slot anche nei bar e tabaccherie
  • Sospese le attività di ristorazione. Consentita la ristorazione da asporto fino all’età ore 22.00 e sempre la ristorazione a domicilio
Published in NEWS

13 Novembre 2020

 MISURE VALIDE PER TUTTA LA TOSCANA A PARTIRE DA DOMENICA 15 NOVEMBRE 2O2O

Spostamenti. E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territorio regionale, all’interno di esso e anche all'interno del proprio Comune, salvo se motivato da comprovate esigenze di lavoro, salute, necessità e urgenza, da giustificare con autocertificazione. Vietati anche gli spostamenti da una Regione all'altra e da un Comune all'altro.

Sono comunque permessi gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza dove è consentita. E’ sempre ammesso il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

Negozi chiusi. Sono chiusi i negozi di commercio al dettaglio ed i servizi alla persona, ad eccezione di alcune categorie: tra le altre, alimentari, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, fiorai, cartolerie, lavanderie, profumerie, parrucchieri e barbieri, negozi per bambini e neonati, di biancheria, di giocattoli, di prodotti informatici, articoli sportivi, ottica, ferramenta, commercio di libri in esercizi specializzati. Chiusi i mercati non alimentari.(ALLEGATI 23 e 24 del DPCM del 3 Novembre 2020)

Ristorazione. Chiusura per bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ad esclusione di mense e catering. Consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 22, con asporto e divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Scuola e Università. Le attività scolastiche e didattiche si svolgono esclusivamente a distanza, ad eccezione delle scuole materne, elementari e del primo anno della media. Consentite le attività di laboratorio e quelle per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

E’ sospesa l’attività in presenza in Università e istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica.

Sport e attività motoria. Sono sospese le attività sportive anche nei centri all’aperto e tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva. E’ consentito svolgere attività motoria in prossimità della propria abitazione e nel rispetto della distanza di almeno un metro, con obbligo di indossare la mascherina, e attività sportiva solo all'aperto in forma individuale.

Smart working. I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili, anche in ragione della gestione dell'emergenza.

DEROGHE AL BLOCCO DEI NEGOZI NELLE ZONE ROSSE -

SETTORI

COMMERCIO AL DETTAGLIO

In esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)

Di prodotti surgelati 

In esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

Di prodotti alimentari

Di carburante per autotrazione in esercizi specializzati 

Di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

Di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati

Di articoli igienico-sanitari 

Di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

Di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati

Di libri in esercizi specializzati 

Di giornali, riviste e periodici

Di articoli di cartoleria e forniture per ufficio 

Di confezioni e calzature per bambini e neonati 

Di biancheria personale 

Di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati

Di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori

Di giochi e giocattoli in esercizi specializzati

Di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)

 

 

SETTORI

Di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

Di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati

Di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti

Di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati

Di materiale per ottica e fotografia

Di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

Di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

Di articoli funerari e cimiteriali

Ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati

Di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

SERVIZI PER LA PERSONA

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia 

Attività delle lavanderie industriali 

Altre lavanderie, tintorie

Servizi di pompe funebri e attività connesse

Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere

 

Published in NEWS

10 Novembre 2020

Questo il riepilogo delle misure per le imprese (che si sommano alle precedenti, come l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, di esporre il cartello che riporti il numero massimo delle persone consentite nel locale e gli altri cartelli obbligatori, distanza interpersonale, igiene delle mani etc)(SEGUE)

Published in NEWS

4 Novembre 2020

Queste le nuove misure per le imprese (che si sommano alle precedenti, come l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi, di esporre il cartello che riporti il numero massimo delle persone consentite nel locale e gli altri cartelli obbligatori, distanza interpersonale, igiene delle mani etc)

 

Dalle 22.00 alle 5.00 del giorno successivo consentiti solo spostamenti motivati da

1) comprovate esigenze lavorative

2) da situazioni di necessità

3) per motivi di salute

Raccomandazione di non spostarsi negli altri orari se non per esigenze lavorative, di studio, motivi di salute, situazione di necessità, per svolgere o usufruire di servizi non sospesi

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differenti come ad es bar, tabaccherie etc.

I corsi di formazione possono svolgersi solo con modalità a distanza

 

Le attività commerciali al dettaglio sono consentite a condizione che

1) venga assicurata la distanza interpersonale di 1 mt

2) gli ingressi avvengano in modo dilazionato

3) che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni

4) siano rispettati i protocolli e linee guida

 

Chiusura nei giorni festivi e prefestivi degli esercizi commerciali all’interno dei centri commerciali e dei mercati (ad eccezione farmacie, parafarmacie, vendita generi alimentari, tabacchi ed edicole)

 

Le attività di ristorazione (fra cui bar, pub ristorante, gelaterie, pasticcerie)

1) sono consentite dalle 5.00 alle 18.00

2) possono effettuare il consumo al tavolo per max 4 persone (salvo che siano tutti conviventi)

3) possono effettuare la consegna a domicilio

4) possono effettuare l’attività di asporto fino alle ore 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Comunque, sempre, dopo le ore 18.00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

 

 
Published in NEWS

29 ottobre 2020

Le associazioni regionali Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, Cna e Confindustria, con l’adesione di Coldiretti, lanciano al governatore Giani e all’assessore Marras l’idea di autorizzare in Toscana la somministrazione fino alle ore 22 a ristoranti, pizzerie, pub e paninoteche e fino alle 20 a bar, pasticcerie e pizzerie a taglio, come consentirebbe di fare un comma del Dpcm 24 ottobre 2020 e come già disposto da alcuni altri enti territoriali. Forte e unitario l’appello delle Associazioni a scongiurare il rischio di nuove restrizioni ad altre attività produttive ed economiche (segue)

 

Published in NEWS

28 agosto 2020

AUTOGIRO TAPPA DI MONTECATINI TERME 18 SETTEMBRE 2020

L’edizione 2020 dell’Autogiro automobilistico d’Italia - Historic Challenge, manifestazione per auto storiche non competitiva di regolarità su strada di cui Confartigianato è main sponsor prevista inizialmente lo scorso maggio e rimandata causa Covid-19, si terrà nella settimana dal 13 al 19 settembre 2020.

Il percorso dell’Autogiro 2020 è rimasto invariato con partenza da Verona Villafranca e arrivi delle 5 tappe intermedie per un totale di 1500 km:

1) Treviso (14/9),
2) Cortina d’Ampezzo (BL – 15/9),
3) Trento (16/9),
4) Salsomaggiore Terme (PR – 17/9)
5) Montecatini Terme (PT – 18/9) (Segue)

Published in NEWS

13 Agosto 2020

Confartiginato Pistoia comunica che sono state approvate dalla giunta regionale quattro delibere contenenti altrettanti indirizzi per la prossima apertura di bandi (a settembre) per fornire sostegno alle imprese toscane colpite dal fermo causato dall’emergenza sanitaria. I bandi riguardano la microinnovazione digitale, il sostegno agli investimenti, gli “empori di comunità” nelle aree fragili del territorio regionale e le imprese della filiera del turismo. Il totale delle risorse a disposizione ammonta a circa 135 mln di euro. Per velocizzare l’avvio degli investimenti e l’erogazione delle risorse i bandi prevedono una procedura automatica ‘a sportello’: il finanziamento sarà concesso sulla base delle dichiarazioni delle imprese e sulla base di tabelle descrittive delle tipologie di investimento da finanziare. In tutti i casi il soggetto gestore è Sviluppo Toscana./segue)

Published in NEWS

6 luglio 2020

Confartigianato Imprese Pistoia presenta ai candidati agli Organi Istituzionali regionali (Presidente, Giunta, Consiglio Regionale) il proprio programma ed “assegna” ai nuovi Consiglieri il compito di creare le premesse per una società toscana più imprenditoriale.

 La mancanza di investimenti da parte del Governo toscano ha portato la Provincia di Pistoia ad una perdita progressiva di competitività, facendola scivolare fra gli ultimi posti nelle graduatorie regionali. Confartigianato Imprese Pistoia chiede discontinuità rispetto ai comportamenti del passato, attivando un piano straordinario di investimenti.

 Oltre agli investimenti materiali ed immateriali alla Regione Toscana chiediamo di utilizzare tutte le sue competenze costituzionali per ridurre e semplificare la burocrazia che allunga i tempi dalla “decisione politica” alla “realizzazione del contenuto della decisione politica”. La burocrazia, noi imprenditori, vorremmo che fosse di supporto alle imprese e non di ostacolo

 Confartigianato Imprese Pistoia è convinta che se “la colpa di questo stato di fatto” non è da addossarsi in toto alla classe politica regionale, sicuramente un’alta percentuale è da imputare alle scelte effettuate negli anni.

 

Scarica il documento di Confartigianato Imprese Pistoia

Published in NEWS