fbpx

Indicazione obbligatoria del luogo di provenienza nell’etichetta delle carni suine trasformate

6 ottobre 2020

È stato recentemente pubblicato sulla  Gazzetta Ufficiale del 16 settembre u.s.il Decreto Interministeriale 6 agosto 2020 con il quale è stata resa obbligatoria in etichetta l’indicazione di origine per le carni suine trasformate.

Con questo provvedimento dovrà essere indicato con chiarezza al consumatore la provenienza della materia prima (carne suina) dei seguenti prodotti trasformati: carni suine macinate, carni separate meccanicamente (così comuni in polpette, nuggetts e cotolette impanate), preparazioni di carni suine e prodotti a base di carne suina (come salumi e insaccati).(segue)

 

 

 

Sono esclusi dall’applicazione del decreto i prodotti sopra indicati, marchiati come DOP, IGP, STG, o la cui indicazione di origine è protetta da accordi internazionali.

Sarà possibile  fregiarsi della dicitura “100% italiano” qualora, nei prodotti trasformati, la carne sia di provenienza da suini nati, allevati, macellati e trasformati in Italia.

Etichettatura e packaging dovranno indicare in modo chiaro, visibile e leggibile l’indicazione del luogo di provenienza delle carni fornendo le informazioni sui Paesi di nascita, allevamento e macellazione degli animali.

Analogamente a quanto avviene per altri prodotti alimentari (late e latticini, pasta, riso, e pomodoro trasformato) quando la carne proviene da suini nati, allevati e macellati in uno o più Stati membri dell’Unione europea o extra europea, o entrambi (sia europea che extra europea), l’indicazione dell’origine potrà apparire con la dicitura: “Origine: UE”, “Origine: extra UE”, “Origine UE ed Extra UE”.

Il provvedimento, viene applicato in via sperimentale fino al 31 dicembre 2021, ed entrerà pienamente in vigore dal prossimo 15 novembre (ovvero 60 giorno dalla data di pubblicazione del Decreto sopra citato). Sarà tuttavia possibile smaltire fino ad esaurimento ed entro il termine di conservazione indicato in etichetta, le scorte dei prodotti confezionati con il sistema precedente.

 

I nostri uffici sono a disposizione delle aziende alimentari per l’adeguamento delle nuove etichette grazie al programma Primo Label. Per ulteriori informazioni contattate la referente di Confartigianato Alimentazione Silvia Marchesi (0573/937842; This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.)