fbpx

Emergenza Coronavirus

Documenti, disposizioni e modulistica da Confartigianato Pistoia

PISTOIA – L'economia non si ferma, le aziende rimangono aperte e quindi imprenditori e dipendenti devono spostarsi da casa al lavoro, e viceversa.

Mercoledì, 11 Marzo 2020 08:11

Emergenza imprese

Written by

ROMA – Nuove disposizioni di contrasto alla diffusione del Coronavirus.

PISTOIA – Nessuna restrizione o limitazione al trasporto delle merci in entrata/uscita nelle cosiddette “zone rosse” indicate nell'articolo 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri emanato l'8 marzo 2020.

PISTOIA – Confartigianato Imprese Pistoia comunica a tutte le imprese associate ed agli utenti del CAF e Patronato che a seguito delle disposizioni governative relative all'epidemia da coronavirus che a partire da martedì 10 marzo gli accessi alla sede di via Enrico Fermi 49 ed a quelli di tutte le nostre sedi provinciali saranno consentiti solo su appuntamento.

PISTOIA - In riferimento alla gestione dell’emergenza Coronavirus, in un comunicato diffuso il 2 marzo, il Garante della privacy prescrive che:

PISTOIA - Considerata la attuale situazione di emergenza epidemiologica derivante dalla diffusione del COVID 19, in adempimento di quanto previsto dell'articolo 20, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81 (c.d. test unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro) i dipendenti che provengano dalle aree indicate all’art. 1 co. 1 d.lg 6/2020, e quindi

PISTOIA - Confartigianato (e le altre confederazioni dell’artigianato), Cgil, Cisl, Uil hanno firmato  un accordo interconfederale per fronteggiare gli effetti del Coronavirus sulle attività produttive.

PISTOIA - Sono numerose, in queste ore, le segnalazioni giunte alla nostra Confederazione di una rilevante e diffusa casistica di imprese coinvolte dall’emergenza Coronavirus e ciò indipendentemente dalla localizzazione delle stesse nelle aree dei focolai.

ROMA - Le Organizzazioni imprenditoriali  e i Sindacati – Abi, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confindustria,  Legacoop, Rete Imprese Italia (che riunisce Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti), Cgil, Cisl, Uil – hanno condiviso e sottoscritto un appello sintetizzato nel seguente comunicato.