fbpx
Lunedì, 09 Marzo 2020 08:26

Nessuna restrizione al trasporto delle merci Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

PISTOIA – Nessuna restrizione o limitazione al trasporto delle merci in entrata/uscita nelle cosiddette “zone rosse” indicate nell'articolo 1 del Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri emanato l'8 marzo 2020.

L'indicazione vale per l'intera filiera produttiva.

Lo hanno precisato – con due note distinte - il Ministero degli affari esteri e il Ministero dei trasporti con cui Confartigianato Imprese è in costante contatto per la gestione della situazione d'emergenza.

Confartigianato, inoltre, sta lavorando con la Protezione civile e il Ministero delle infrastrutture e trasporti per definire le linee guida sulla movimentazione delle merci.

Per quanto riguarda i transfrontalieri, le limitazioni introdotte con il decreto non vietano gli spostamenti per comprovati motivi di lavoro. Pertanto, salvo che siano soggetti a quarantena o che siano risultati positivi al virus, i transfrontalieri potranno entrare e uscire dai territori interessati per raggiungere il posto di lavoro e tornare a casa. Gli interessati potranno comprovare il motivo lavorativo dello spostamento con qualsiasi mezzo, inclusa una dichiarazione che potrà essere resa alle forze di polizia in caso di eventuali controlli.

Merci. Le merci possono entrare ed uscire dai territori interessati. L’attività degli operatori addetti al trasporto è un’esigenza lavorativa: il personale che conduce i mezzi di trasporto può quindi entrare e uscire dai territori interessati e spostarsi all’interno degli stessi, limitatamente alle esigenze di consegna o prelievo delle merci.

Nota esplicativa al DPCM 8 marzo 2020

In un’ordinanza della Protezione civile firmata dal commissario Angelo Borrelli, che uniforma per tutte le Regioni l’applicazione del Dpcm sul coronavirus, si legge che “le disposizioni si applicano alle sole persone fisiche”, ed “è esclusa ogni applicabilità della misura al transito e trasporto merci ed a tutta la filiera produttiva da e per le zone indicate”, la Lombardia e le 14 province.

 

Read 182 times Last modified on Mercoledì, 24 Giugno 2020 08:16