Appalti, approvato il decreto per semplificare il Codice dei contratti

ROMA - A seguito dell’azione sindacale di Confartigianato, il Consiglio dei ministri. ha approvato dieci disegni di legge di delega al Governo per le semplificazioni, i riassetti normativi e le codificazioni di settore.

Una delle principali previsioni è la Delega al Governo per la semplificazione, la razionalizzazione, il riordino, il coordinamento e l'integrazione della normativa in materia di contratti pubblici.

Il Governo si impegna ad adottare entro un anno uno o più decreti per il riassetto delle norme in materia di appalti pubblici per sbloccare i cantieri. Entro due anni dall’entrata in vigore della legge delega saranno invece adottati i regolamenti attuativi.

La delega mira ad assicurare l’efficienza e la tempestività delle procedure di programmazione, di affidamento, di gestione e di esecuzione degli appalti pubblici e dei contratti di concessione, al fine di ridurre e rendere certi i tempi di realizzazione delle opere pubbliche.

Tra gli obiettivi del provvedimento anche promuovere la responsabilità e discrezionalità delle stazioni appaltanti e restituire alle disposizioni semplicità e chiarezza di linguaggio. Si introducono infine principi e criteri direttivi volti a favorire la tempestività dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni.

Confartigianato vigilerà, attraverso i propri rappresentanti, affinché una materia tanto complicata quanto importante come quella degli appalti pubblici possa essere efficiente al più presto e ridare slancio e competitività alle aziende del settore.


SFOGLIA ON LINE

 

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2019

CARTA SERVIZI

ESPORTIAMO

banca del monte di lucca